Nella bottega del liutaio. Giuseppe Corasaniti liutaio in Davoli (Cz).

Il liutaio è un mestiere che evoca genio e follia. Chi come Giuseppe fa di tutto per comprendere i segreti del legno che arriva da lontano, studiarne la struttura, e comprenderne la loro peculiare sonorità, ha indubbiamente una propensione alla meticolosità e allo studio dei particolari che sfociano inevitabilmente nelle ricerca della perfezione senza però mai in realtà raggiungerla per non venire meno mai al rispetto che si deve alla musica. Gli odori del legno impregnato di resina, i riccioli di legni antichi simili a capelli ambrati si poggiano morbidi su strumenti dal sapore antico come antica è l’arte di chi ha scelto di imparare a donare piacere con le note. Lo strumento quando esce dalla bottega non ha in se l’anima. L’anima si appoggia ad esso soltanto, vibra e poi esce in equilibrio sulle facce dello strumento che si compone fra le sue mani. Lo piega e lo assoggetta dolcemente con l’amore di chi ama senza riserve. La bottega è piena di luce in questo giorno in cui il sole invade la stanza colpendo con riflessi, a volte duri, le casse e i manici di quegli strumenti che batteranno tempi e ritmi. Nella bottega si alternano pezzi di vita di persone che hanno lasciato sugli strumenti. Storie di amori e delusioni, attimi di gioia e follia espressi in note.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...