Mi chiamo Pasqualina e vengo dall’Aspromonte…

Nella grande sala del castello di Fiumefreddo Bruzio queste parole pronunciate con voce flebile ma fiera da Pasqualina Tripodi mi colpirono piacevolmente al punto da bloccare il mio lento scivolare sulla sedia. Mi sollevai scosso da quelle parole per guardare di chi era quella voce. Nascosta da un microfono, cercando di far fare al mio sguardo una gimkana fra le teste degli altri partecipanti all’Eretico Tour, vidi finalmente Pasqualina. Una giovane donna timida e accompagnata da un amico col ciuffo. Parla della sua attività e del suo Aspromonte. Pasly, come l’ha chiamata Marta Marzotto, è di Delianuova (Rc), paese alle pendici aspromontane del versante tirrenico e le creazioni di Pasqualina prendono vita da questi monti incontaminati. Lei stessa ci spiega nella home page del suo sito con queste parole il suo mondo e la sua visione di gioiello: “Il mondo è in continuo mutamento e con esso cambia anche il concetto di gioiello. Non bisogna più pensare ad esso come un qualcosa di prezioso da un punto di vista dei materiali usati, ma prezioso deve essere il concetto che sta alla base della sua realizzazione, ed in questo caso niente è più prezioso di madre natura. Una natura per troppo tempo violentata e stravolta dall’uomo e che invece merita di più, partendo dal rispetto verso di essa e per le cose che ci regala continuamente. Questa è la missione di Pasly, che con le sue creazioni vuole dimostrare che tutto ciò che la natura ci offre è prezioso ed è di per se un gioiello. Legno, pietra, foglie, bacche ecc. diventano oggetti di design unici, ecologici e completamente artigianali”. .
Prendo subito contatto e fisso un appuntamento nel cuore del suo Aspromonte, a Delianuova. In questa zona della Calabria gli uliveti sono alti e si spingono fino a seicento metri di altitudine per poi lasciare il campo a castagni, lecci e poi ancora, verso l’alto, ai pini larici e poi ancora abeti bianche e faggi. 001# Strada Delianuova
Prendiamo un caffè e poi in questo giorno di mercato Pasly mi porta nel suo laboratorio. In realtà questo è il suo piccolo atelier, il vero laboratorio è un po’ più in alto, a 1260 metri slm circa, in Aspromonte. Saliamo in macchina e tornante dopo tornante arriviamo ai Piani di Carmelia dove ci aspetta Antonio. Antonio Barca è lo zio di Pasqualina. Un uomo che ha mollato tutto per la montagna. Antonio è guida del CAI e Guida Naturalistica del Parco Nazionale dell’Aspromonte e proprietario del Rifugio Il Biancospino
006# Pasqualina Tripodi Pasly - Pasqualina con lo zio Antonio al Rifugio il Biancospino
L’accoglienza è quella tipica calabrese con un pizzico di cordialità in più che è quella tipica della gente di montagna. Quattro chiacchiere, si scopre di avere amici in comune e poi Antonio e Pasqualina ci propongono un pranzo Aspromontano composto da prodotti tipici a chilometro zero, dal pecorino e il formaggio di capra agli ottimi funghi. Pasqualina, qui in montagna finalmente si è rilassata. Ora, nel suo ambiente accanto a suo zio gli occhi diventano stelle e insieme raccontano di incontri montani, sentieri che portano in angoli sconosciuti e di primizie che solo chi ha ” L’odore della montagna addosso, solo chi ha orecchie per ascoltare nella nebbia e mani per sentire il terreno” – dice Antonio – può regale ai visitatori del Parco. Pasly prende qui gli elementi delle sue creazioni e che da lì a poco saranno ornamento per le modelle del Fashion Week 2016 di Reggio Calabria.007# Pasqualina Tripodi Pasly - Antonio Barca Rifugio il Biancospino
L’International Fashion Week 2016 è l’evento moda promosso dalla Camera Nazionale Giovani Fashion Designer (CNGFD) e dall’assessorato alla cultura del comune di Reggio Calabria. La manifestazione si svolge nel salotto buono di Reggio Calabria presso il Teatro Francesco Cilea e qui oggi Pasly è di passerella con le sue creazioni. Dal red carpet, ai camerini del trucco e parrucco , mi immergo in questo mondo patinato e frenetico con la macchina al collo e con uno scenario nuovo da fotografare…In fondo anche questo è un grande spettacolo con i suoi attori e attrici, il regista e le comparse, tantissime, tutto va eseguito in fretta e va fatto benissimo e tutto si consuma davanti al pubblico in piccolissimi otto minuti. In queste pagine il back stage della IFW 2016, Pasly e le sue creazioni. Buona visione.

Remake# fashion week 2016

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...